Villa Pinciana

Terraria

  • Tilaria
    left
    Tilaria
    right
    Tilaria
  • Airali
    left
    Airali
    right
    Airali
Terraria

Blend di Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot è un vino armonico, pieno e, al palato, esprime coerenza con la fase olfattiva.

Terraria

Cabernet Sauvignon

Il vitigno Cabernet-sauvignon ha origine bordolese, soprattutto dalle zone del Médoc e delle Graves. È uno tra i vitigni più diffusi al mondo ed è particolarmente adatto per la produzione di vini di notevole qualità e grande longevità. Il Cabernet Sauvignon ha capacità di adattamento alle più disparate condizioni climatiche e tecniche di vinificazione, riflettendo l’origine del suo nome: “sauvage”, selvatico.
Dà vini intensi di colore, ricchi di tannini e sostanze aromatiche, predisposti al lungo invecchiamento. La struttura di questo vitigno permette lunghe macerazioni e affinamento in legno, che gli permettono di sviluppare nel tempo un bouquet complesso e affascinante.

Sangiovese

Il Sangiovese esprime l’identità viticola e vinicola della Toscana, è il re incontrastato dei vini rossi del centro Italia dove è praticamente presente in ogni zona ed ha radici antichissime conoscendone tracce fin dai tempi degli Etruschi deriva il nome dal latino “sanguis Jovis” Gli aromi del Sangiovese sono prevalentemente orientati ai frutti rossi e neri tra cui spiccano ribes, fragola, ciliegia,amarena, lampone e mirtillo. Sul terreno maremmano si caratterizza per una buona acidità che gli consente lunghi invecchiamenti, un ottima mineralità dovuta alla geologia dei terreni e soprattutto intensi aromi fruttati dovuti alle temperature calde e la vicinanza del mare.

Petit Verdot

Origini non molto definite, probabilmente dalla Gironda. Uva molto comune nella regione del  Bordeaux,  in particolare nel Medoc . Viene spesso usata per  rafforzare il classico blend bordolese per aumentarne la fragranza e per migliorarne l'acidità .

close

Scheda tecnica Terraria 2012

Colour

rosso intenso, con sfumature violacee

Bouquet

intenso, fruttato, a ricordare la ciliegia sotto spirito e piccoli frutti rossi, con note speziate

Palate

armonico, pieno e persistente, il Terraria al palato continua ad esprimere con coerenza le sensazioni della fase olfattiva

Pairings

piatti tipici della tradizione maremmana, dai primi piatti, (tortelli al ragu?, tagliatelle, etc), alle carni rosse, in particolare la cacciagione, ai salumi e formaggi della zona

Serving temperature

16° C

Potential Ageing for

8-10 anni

Rootstocks

110 Richter

Harvest

a mano, da inizio Settembre a inizio Ottobre

Grape Yield per hectare

60 quintali

Winemaker

Paolo Caciorgna

Vinification

separata in acciaio inox

Fermentation

separata in acciaio inox

Maceration

2 giorni a 10° C, 4-6 giorni a 28-30° C

Malolactic Fermentation

in barriques da 225 lt

Refining in bottle

6 mesi

Bottles produced

15.000 da 0,750 ml

Designation

DOC Maremma Toscana - Denominazione Origine Controllata

Production zone

Comune di Capalbio (Grosseto)

Altitude

100 mt s.l.m.

Type of soil

misto argillo-sabbioso

Blend

50% Sangiovese, 50% Cabernet Sauvignon, 10% Petit Verdot

Exposure

Sud-Sud-Ovest

Density

5500 (2,50x0,80)

Growing

cordone speronato

Grape Varieties

Sangiovese (cloni: F9-A5-48) - Cabernet Sauvignon (cloni: CL 337)

Ageing

15 mesi in barriques

Per Terraria si addice ciò che ha detto A. Dumas: “le vin est la partie intelectuelle du repas”,  il vino è la parte intellettuale del pasto. Grande vino, complesso, ricco, elegante e di lungo invecchiamento.

Gli altri vini
Villa Pinciana

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy .
Hai accettato l'utilizzo dei cookies da parte di questo sito